fbpx
blog-aziendale-strategia-vendita
Sabato, 12 Settembre 2020

Blog aziendale per una corretta strategia di vendita

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'articolo è stato letto 346 volte

Ben ritrovati sul mio blog

Il blog aziendale come tassello fondamentale di una corretta strategia di vendita

Quando leggo alcuni articoli sui blog aziendali mi rendo conto che la maggior parte di coloro che scrivono sui propri blog non ha le idee molto chiare.

Attenzione, non intendo l’argomento che trattano, probabilmente quello lo conoscono anche troppo bene, parlo di come strutturano l’articolo.

Perché forse non lo sai, ma anche scrivere un articolo necessita di uno studio e di un protocollo da seguire, relativamente codificato.

Ognuno scrive un pò come gli pare, secondo qualche dritta qua e là, magari hanno visto qualche video su YouTube di qualcuno che si occupa di content e cercano di emularlo o di seguirne i ragionamenti tecnici e strategici.

Ma c’è un problema che va più a fondo della questione ed è quello di non avere l’opportuna visione di insieme delle cose e si pensa di poter scrivere qualche frase in croce, un po’ di storia della nostra vita o della nostra attività e l’articolo è pronto. Non è proprio così semplice!

Il blog aziendale e il problema della mancanza di metodo

Credimi, alle persone non gliene frega nulla di te, della storia della tua azienda, di quella volta che hai vinto la medaglia per il miglior carpentiere della zona o di quella volta che hai vinto la medaglia per la pizza più grande del paese e cose del genere.

L’utente, che di fatto è un tuo potenziale cliente, è egoista e vuole solo una cosa: risolvere il proprio problema. Non gli interessa quindi chi sei e cosa fai, quello viene dopo.

Col blog devi conquistare prima la fiducia dell’utente

Attraverso un adeguato lavoro di ottimizzazione dell’articolo riesci ad essere visibile su Google, riesci ad intercettare la sua attenzione e cliccando sul risultato di ricerca, l’utente atterra sul tuo articolo.

Attenzione: ho detto articolo e non sul blog. Perché? Perché devi sempre considerare ogni articolo a sé stante e non un pezzo di verdura da mettere dentro al minestrone, insieme a tutti gli altri.

L’utente che intercetti è di tipo inconsapevole perché non ti conosce, non conosce il tuo prodotto, il tuo servizio ed è lontano anche da conoscere la soluzione al suo problema.

Perciò da un lato se ci pensi è potenzialmente quello più difficile da convertire (ricordati che tutto quello che fai, lo fai per vendere e non perché ti piace scrivere) ma se adotti il giusto metodo, lo stesso, si trasformerà nel cliente più potente.

Stai solo perdendo tempo e soldi e i tuoi potenziali clienti li stai regalando ai tuoi concorrenti

Probabilmente fino adesso non hai mai lavorato col giusto sistema, utile a portarti clienti. Facendo così stai solo creando terreno fertile ai tuoi concorrenti che usano il giusto metodo persuasivo e conversivo.

Probabilmente stai continuando a sbagliare e pensi che il blog non funzioni e che non serva a niente, che non porta risultati oppure che i risultati siano troppo lenti.

Se il metodo che stai adottando non funziona e se prosegui a fare le cose senza senso e senza logica, ti ritroverai da qui a qualche anno a rivedere la distribuzione del tuo budget in merito all’investimento del marketing della tua azienda. Potresti iniziare a non avere più cassa, a non avere liquidità, non investirai più in comunicazione, andrai avanti a colpi di passaparola e il tuo destino sarà praticamente segnato.

Se questo accadrà, significherà che fino adesso non hai mai usato l’asset corretto e hai sempre scritto a caso, senza un piano ben preciso.

Hai un sito web ma le richieste di preventivo non arrivano?Contattami e farò un check gratuito del tuo sito web

Come trasformare il cliente inconsapevole in cliente convinto e pagante con la giusta struttura dell’articolo del tuo blog

Ti presento il metodo P.A.S.

Quando all’inizio ti ho accennato che la maggior parte dei blog sono scritti senza un metodo ben preciso è proprio perché non seguono il giusto processo cognitivo che apre la porta al cliente, lo accoglie e lo accompagna alla cassa.

Il giusto processo cognitivo nel quale deve trovarsi l’utente è il metodo P.A.S., ovvero Problema, Agitazione, Soluzione.

Tendenzialmente le persone hanno un problema e/o sono reduci da una brutta esperienza.

L’articolo lo strutturi così:

PROBLEMA: parli del problema nel quale si trova e apri l’articolo parlando del suo problema e lui stesso si deve immedesimare. Deve pensare: “…cavoli, è quello che è successo a me/o sta succedendo a me…”;

AGITAZIONE: prosegui a parlare del problema, amplificandone tutti gli angoli più nascosti e gli anticipi lo scenario nel quale si ritroverà da qui a N tempo se non provvede rapidamente e se non decide di svoltare pagina. La metti giù dura, deve esserci un reverbero altosonante che lo faccia agitare. Inizierà a sudare, scrocchiarsi le dita dal nervoso, toccarsi la faccia manifestando nervosismo. Deve pensare: “…o porca boia…ma vuoi vedere che è come dice lui…?...” Ovviamente devi basarti su cose reali e su scenari possibili e veritieri.

SOLUZIONE: ecco la parte dove puoi sfoggiare la tua soluzione, il tuo metodo, il tuo sistema e attraverso un opportuno copy posizionante gli presenti la TUA soluzione. Che attenzione, non devi farla percepire come una soluzione o una delle tante soluzioni, ma LA soluzione. Perché la tua dev’essere diversa, deve dare garanzie, deve essere più veloce, deve essere più potente di tutte quelle che l’utente, che sta leggendo l’articolo, abbia mai trovato. A questo punto non deve più pensare, ma agire ed è per questo che alla fine di ogni articolo occorrerà una call to action per permettergli di scriverti o chiamarti per chiedere informazioni o un preventivo.

Quindi se anche tu hai bisogno di un blog aziendale da usare per la tua strategia di vendita, farti trovare da persone che non ti conoscono ma che vuoi intercettare e trasformare in clienti paganti, chiedi subito una consulenza con me, gratuita e senza impegno.

Studieremo insieme il tuo mercato, faremo l’analisi delle parole chiavi per il tuo sito web e implementando un blog aziendale opportunamente ottimizzato per i motori di ricerca, farai catapultare il tuo sito web, in alto, sopra ai tuoi concorrenti.

Gianluigi Canducci

Mi chiamo Gianluigi Canducci, sono un esperto in web marketing, web designer, consulente e social media manager con sede a Cervia tra le province di RiminiRavenna e Forlì Cesena. Ho oltre 10 anni di esperienza nel campo e assieme ai miei collaboratori mi occupo della gestione di account Instagram e gestione pagine Facebook e della loro sponsorizzazione con annunci pubblicitari social ads mirati, di realizzazione di App personalizzate e di indicizzazione di siti web su Google. Sono a disposizione di piccole e medie imprese, freelance e brand personali in cerca di una figura con esperienza e dedizione.

Ultima modifica: Venerdì 11 Settembre 2020