come-scegliere-tone-of-voice-piu-appropriato
Sabato, 29 Settembre 2018

Come scegliere il tone of voice più appropriato

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'articolo è stato letto 907 volte

Ben ritrovati sul mio blog!

Ti sei mai chiesto come dovresti rivolgerti ai tuoi interlocutori all'interno del tuo business? Certo, comunicare è un'attività che ci viene spontanea, ma questo non significa che sia estraneo dalle considerazioni che dobbiamo porci in ambito di creazione di siti web e di promozione online.

Nella comunicazione in rete, la forma è anche sostanza, ovvero il modo con cui ti esprimi vale quasi quanto quello che dici. Ciò significa che il tone of voice della tua presenza online rappresenta un asset di valore sul quale devi puntare per diventare un punto di riferimento autorevole per il tuo target.

Cos'è il tone of voice e come dovrebbe essere

Il tone of voice è lo stile con il quale una realtà comunica con i propri destinatari attraverso messaggi relativi ai propri prodotti e servizi. Esso permea diverse branche del web marketing: dal comment marketing al social media marketing, dal blog marketing al content marketing.

Ovviamente esso incide anche su tutti i contenuti che possiamo produrre per avere link: video promozionali, ebook e guest post devono essere posti con lo stesso stile con il quale si comunica su altri mezzi.

Lo stile di comunicazione incide nel brand positioning in quanto contribuisce a cementare un rapporto più duraturo nella mente dei consumatori: quante volte hai optato per un brand piuttosto che per un altro solamente sulla base di come reagiva alle tue richieste di informazioni?

Ogni tono di voce deve rispecchiare l'identità aziendale: un marchio che si pone come energico e irriverente potrebbe adottare uno stile arrogante e provocatore, una azienda artigianale può optare per un linguaggio delicato volto ad evocare sensazioni piacevoli, un brand di videogame non mancherà di adottare espressioni più giovanili in linea con il proprio target.

Il tone of voice è un segno distintivo che a volte può costituire un vero e proprio asset considerevole in grado di attrarre attenzione ed engagement. Pensa per un attimo al tono irriverente di Taffo (nota agenzia di pompe funebri italiana) che scherza sulla morte, l'elemento tabù per eccellenza, mescolandola con fenomeni di costume per riderci su entrambi,

oppure ancora a Ceres che vanta straordinari social media manager in grado di reinterpretare fatti di cronaca mettendo al centro l'ironia e il proprio prodotto.

Il tone of voice si manifesta in tutte le diverse occasioni in cui avviene un contatto tra pubblico e brand, ad esempio:

  • nei commenti agli articoli del blog (un professionista medico non argomenta come farebbe un influencer giovanile)
  • sulle interazioni sui post di Facebook, i tweet di Twitter ecc. ovvero attraverso tutte le presenze social
  • nelle firme in calce alle mail (un'icona simpatica può ridurre la seriosità inopportuna, non credi?)
  • nelle menzioni da parte di altri blog (se un brand adotta uno stile comunicativo che colpisce, probabilmente ciò si ripercuote nel modo in cui altri ne parlano)

e in pratica garantisce una sorta di marchio di fabbrica della propria presenza, una familiarità, specialmente quando tutti i membri di un team seguono linee guida comuni, su come esprimersi in modo da raggiungere un'uniformità su ogni canale.

Se offri un servizio di copywriting ad esempio assicurati di adeguare il modo con cui ti esprimi alle esigenze del tuo committente: ciò richiede lo studio di esempi delle forme comunicative di quest'ultimo (articoli, comunicati stampa, pubblicazioni...) per comprendere come assimilare lo stile di esprimersi alla storia del cliente e alle aspettative del pubblico.

Così come la realizzazione di siti web professionali richiede una fase di confronto con il committente per identificarne esigenze e aspettative, anche lo stile con cui esprimersi richiede un’analisi per porsi in maniera adeguata al proprio target.

Vuoi una mano nel migliorare la tua comunicazione in rete?Scopri come sono in grado di aiutarti!

Come scegliere il tone of voice più adatto a te

Ebbene, ogni azienda o freelance può adottare il proprio stile comunicativo più consono alla propria missione e al proprio genere di target: formale oppure spiritoso, irriverente oppure serioso, non esiste una formula giusta per ogni contesto ma soltanto delle considerazioni da seguire per ogni genere di business.

Una realtà rigida e istituzionale ad esempio, potrebbe trarre benefici dall'adottare uno stile di dialogo più accogliente e amichevole, a patto che questo venga recepito come naturale dai propri follower e non come uno snaturamento della propria identità aziendale.

Per scegliere il tone of voice più adatto al tuo caso devi interrogarti sul tuo brand, e sulla percezione che ne ha il tuo pubblico. Il tuo stile comunicativo dovrebbe potersi descrivere con due o tre aggettivi, ed essere applicato in maniera trasversale a tutte le forme di comunicazione. Dalle brochure agli account social, dai testi dei siti web alle presenze ad eventi, ogni occasione in cui “si apre bocca” dovrebbe essere buona per rimarcare la propria identità e per rinsaldare il legame con i propri followers.

Per decidere lo stile di comunicazione più appropriato devi porre indubbiamente molta attenzione su:

  • come intendi presentarti nei confronti del tuo pubblico (Spiritoso? Giovanile? Autorevole? Estremamente professionale?)
  • come reagisce il tuo pubblico alle tue comunicazioni
  • come si pongono i competitor (per adottare un’identità distintiva nei loro confronti)
  • i dati storici in tuo possesso risultanti dai contatti con il tuo pubblico (es. mail, commenti sui post...)

per definite un tono di voce appropriato al tuo caso, alle caratteristiche del tuo business e soprattutto, che faccia contenti i tuoi followers.

E tu, che cosa ne pensi? Quali sono le accortezze che adotti nella scelta del tono di voce più adatto alla tua realtà? Commenta questo articolo e raccontami la tua opinione!

Ti è piaciuto l'articolo?Lasciami un commento

Ultima modifica: Sabato 29 Settembre 2018

Totale commenti: (0)

Non ci sono ancora dei commenti. Commenta l'articolo per primo!

Lascia qui i tuoi commenti

  1. Posting comment as a guest.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location