fbpx
email-marketing-clienti-comprare-sempre-solo-da-te
Martedì, 22 Settembre 2020

Email marketing: Fai in modo che i clienti comprino sempre e solo da te

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'articolo è stato letto 1761 volte

Ben ritrovati sul mio blog

Tutti gli imprenditori e liberi professionisti hanno un fardello che li martella tutti i giorni e per tutto il giorno: trovare nuovi clienti.

Sono tutti concentrati sul cercare clienti nuovi e si scervellano come dannati perché vogliono sfruttare tutti i canali possibili.

La tendenza è sempre quella di fare campagne pubblicitarie, su Google ads piuttosto che su Facebook e sui social, investendo davvero tanti soldi e, come spesso accade, senza un ritorno così interessante.

Questo perché avviene? Perché nella cultura italiana è insito il concetto che il cliente debba essere servito una volta sola, rapidamente e se non si fa vedere per tanto tempo è la cosa migliore.

Si fa davvero fatica a capire il concetto di LTV (life time value) che è molto importante ed è un indicatore da tenere sempre presente. Più questo valore è alto e longevo, maggiore sarà il beneficio che ne traiamo.

Cosa accade solitamente? Vediamo come pensa l’imprenditore medio italiano

L’imprenditore medio italiano ragiona in questo modo. Attenzione, per imprenditore intendo anche tutti coloro che hanno un’attività locale come un negozio, un artigiano, un lavoratore autonomo insomma…

Tendenzialmente apre la partita iva per ego personale, per essere libero, senza orari, ma soprattutto per non avere rotture di scatole. Queste rotture di scatole arrivano dai clienti che lo chiamano, che entrano nel negozio, che lo contattano, che in qualche modo avrebbero bisogno di una sua vendita e/o consulenza e, indirettamente, vorrebbero contribuire a pagargli le bollette.

Allora lui, l’imprenditore, si stufa, tratta tutti male, tratta tutti in modo scocciato, perché gli stanno facendo perdere tempo. Quindi, per lui è normale vendere one time e se quel cliente non si fa più vedere a lui non frega assolutamente niente, perché tanto, è convinto, che idioti come l’ultimo cliente che gli ha comprato il servizio, ne trova quanti ne vuole.

Ad un certo punto però si accorge che i clienti iniziano a scarseggiare e, convinto di fare la cosa giusta, ingaggia qualcuno (a volte parenti o figli di amici, giusto per pagare poco o meglio ancora non pagare nulla) che gli configuri una campagna pubblicitaria per trovare nuovi clienti.

Purtroppo però cozza con Google e Facebook che, a differenza di quel qualcuno che gli ha creato la campagna “aggratis”, deve tirare fuori parecchi soldi, ricevendo in cambio qualche manciata di click.

Titubante si fa consigliare da qualche suo collega/amico che l’orienta verso la pubblicità tradizionale, perché l’online “non funziona” e si fa fare migliaia e migliaia di volantini, scritti a caso, facendoli distribuire alla meno peggio, per la città.

Vuoi che ti dica come va a finire o ci arrivi da solo?...

Il problema vero dell’instaurare una strategia volta esclusivamente a trovare sempre e solo nuovi clienti

Se il tuo reparto vendite è strutturato in modo da reclutare sempre e solo clienti nuovi, tu hai un problema e nemmeno così piccolo.

Questo perché qualsiasi campagna e qualsiasi canale sfruttabile è, e sarà, sempre più costoso e tu non puoi permetterti di non fare cassa.

Ogni volta che attivi una campagna pubblicitaria devi preventivare un piano di rientro, il più immediato possibile, e non sempre è così rapido.

Certo, dipende dal settore in cui operi, ma i soldi e la matematica parlano una lingua sola e nelle prime fasi della campagna è già un buon risultato se raggiungi rapidamente il break even (condizione di pareggio) per poi iniziare ad andare a ROI (iniziare a guadagnare).

Tutto questo comporta una progressiva mancanza di liquidità che non ti permette di generare nuovi contatti, compromettendo seriamente la tua attività.

Email marketing come canale fidelizzante

Detto questo non parliamo più di trovare nuovi clienti, ma sfruttare quelli esistenti. In che modo?

Vi sono diversi modi ma per la mia esperienza, uno dei più potenti, è quello di creare un perfetto sistema di fidelizzazione con le email.

Attraverso le email tu hai la possibilità di tenere calda la relazione col cliente, lo puoi informare, lo puoi formare, lo puoi educare, veicolando, direttamente e indirettamente, il tuo messaggio posizionante.

Hai la possibilità di inviargli messaggi e offerte con l’obiettivo sempre di fare cassa. E come puoi già immaginare, a differenza delle campagne promozionali, tutto questo avviene in modo gratuito.

Il tuo scopo non dovrà essere più quello di trovare nuovi clienti ma di acquisirli e tenerli con te. Il tuo obiettivo quindi sarà quello di fare lista e più questa lista sarà cospicua e ben segmentata, maggiori saranno le possibilità di successo, ogni volta che vorrai vendere un tuo servizio o un prodotto.

Attenzione però, si dice sempre che “i soldi sono nella lista” ma onestamente non sono pienamente d’accordo. A mio avviso i soldi sono nella relazione che instauri con le persone, lì sono i veri soldi. Perché le persone si devono innamorare di te e del tuo posizionamento.

Email marketing come metodo di riattivazione clienti

Vi sono dei periodi che le vendite tendono a scarseggiare, a volte è abbastanza fisiologico, a volte è dovuto alla stagionalità. Tu attraverso una campagna di email marketing puoi riattivare i tuoi clienti perché sono e saranno sempre loro a decidere se e quando comprare.

L’abilità sta nell’educarli, scaldarli a puntino attraverso un sistema strategico di lead nurturing (quindi educazione del contatto) e proporgli un’offerta di un prodotto o un servizio.

Email marketing e contenuti

Spesso mi viene chiesto quali contenuti inviare, evitando di tediare l’utente. La domanda è corretta e necessita di una risposta adeguata, ma che non comprende solo il panorama dell’email marketing, ma di tutto quello content in generale.

Se ti trovi a parlare con degli amici e parli sempre e solo di una cosa, tenderanno ad annoiarsi.

Se invece parli di un argomento, poi parli di qualcos’altro magari affine, per poi tornare a parlare dell’argomento centrale, non annoierai, perché, spostando l’attenzione, le persone ti seguiranno molto più volentieri.

La stessa cosa la devi fare nella tua comunicazione, quindi anche nelle email da preparare e inviare ai tuoi utenti. Come non devi inviare sempre e solo email di vendita, perché annoi, non devi nemmeno inviare sempre e solo email informative, perché devi fare cassa. Un po’ e un po’ e il successo sarà assicurato.

Se vuoi implementare una campagna di email marketing e migliorare così la tua comunicazione online, posso aiutarti e ti garantisco che faremo delle cose molto interessanti insieme.Contattami ora e parlami del tuo progetto

Contattami ora per una consulenza gratuita e senza impegno, sarò ben lieto di contribuire ad aumentare la tua cassa.

Gianluigi Canducci

Mi chiamo Gianluigi Canducci, sono un esperto in web marketing, web designer, consulente e social media manager con sede a Cervia tra le province di RiminiRavenna e Forlì Cesena. Ho oltre 10 anni di esperienza nel campo e assieme ai miei collaboratori mi occupo della gestione di account Instagram e gestione pagine Facebook e della loro sponsorizzazione con annunci pubblicitari social ads mirati, di realizzazione di App personalizzate e di indicizzazione di siti web su Google. Sono a disposizione di piccole e medie imprese, freelance e brand personali in cerca di una figura con esperienza e dedizione.

Ultima modifica: Martedì 22 Settembre 2020