realizzazione siti web cervia rimini forlì cesena rimini e ravenna

realizzazione siti web cervia rimini forlì cesena rimini e ravenna

5-modi-per-intercettare-le-ricerche-locali
Venerdì, 16 Giugno 2017

5 modi per intercettare le ricerche locali

L'articolo è stato letto 527 volte

Ben tornati sul mio blog: Gianluigi Canducci, Web Designer a Ravenna, Rimini, Forlì Cesena. La mia attività consiste nel realizzare siti web adatti alle esigenze di imprenditori e freelance della zona e di renderli più rintracciabili per le ricerche dei potenziali clienti del territorio: questo significa ottimizzare i siti per le richieste di informazioni locali e curare gli aspetti correlati alle altre forme di presenza sul web che possono garantire una maggiore messa in risalto per le richieste di servizi di una specifica area.

Ho seguito la promozione di molti professionisti e brand locali e mi sono reso conto che essere facilmente rintracciabili per ricerche di informazioni online è un’esigenza comune e rilevante per molti generi di business come:

  • ristoranti, bar e altri locali di ristorazione
  • negozi
  • palestre e centri sportivi
  • discoteche

e via dicendo.

Oggi le persone - anche per merito del boom di smartphone e tablet - investono molto tempo nel documentarsi sui prodotti e servizi di interesse, nel verificare le opinioni altrui in rete su ciò che le interessa, per farsi un’idea delle qualità dei brand, per dialogare online con i fornitori per ottenere prontamente risposta ai propri dubbi.

Che cos’è l’ottimizzazione per le ricerche locali?

Intercettare le ricerche locali è un obiettivo prioritario per chi investe nel web che si può raggiungere:

  • aumentando i segnali che attestano la qualità del nostro business
  • incrementando le fonti di contatto esterne che rimandano ai nostri profili web
  • ottimizzando i testi e il codice del nostro sito web per indicare più chiaramente ai motori di ricerca l’ambito geografico della nostra attività, al fine di venire presi in considerazioni per rispondere a query geolocalizzate

Essere rilevanti per le ricerche locali può avvenire sia mediante strumenti di posizionamento organico che mezzi a pagamento: i primi richiedono tempi mediamente più lunghi per portare ritorni concreti ma hanno il pregio di offrire una base più solida e duratura su cui misurare il ritorno delle attività intraprese; i secondi sono la misura preferita da chi ha già un budget da investire e permette di introdurre ritorni nel breve periodo.

Alcune metodologie a pagamento per intercettare ricerche locali sono:

  • la creazione di eventi su Facebook geolocalizzati da introdurre a liste di contatti potenzialmente interessati previa apposita targetizzazione geografica
  • annunci su Facebook Ads impostati per apparire nella bacheca di un target precedentemente definito per compatibilità geografica e interessi
  • annunci pubblicitari su Google Adwords in grado di apparire prima di quelli organici e di attirare l’attenzione dei visitatori sulla call to action implementata nel testo

Negli ultimi anni Google ha potenziato enormemente la propria capacità di rispondere a ricerche composte da “nome prodotto/servizio” + località: queste sono le cosiddette ricerche locali e vengono messe in evidenza rispetto ai risultati “neutri” in quanto hanno una maggiore capacità di rispondere a esigenze concrete (ad esempio, se qualcuno scrive “ristorante”; probabilmente non cerca la definizione della struttura ma dove mangiare nei dintorni).

Rispondere efficacemente alle ricerche locali significa con buona probabilità trasformare in clienti i lead acquisiti attraverso il sito oppure dai profili social, e questo obiettivo si può ottenere attraverso molteplici strumenti (pubblicità localizzata sui social network, ottimizzazione SEO on page, annunci Adwords…) che costituiscono un parco di interventi potenziali per gli imprenditori e i freelance particolarmente ampio.

Come intercettare le ricerche locali

L’ottimizzazione per le ricerche locali consente di:

  • risultare rilevanti per query informative di persone geograficamente nei nostri pressi, interessate a prodotti e servizi come il nostro
  • offrire risposte più pertinenti a chi manifesta esigenze circoscritte nel contenuto e nella localizzazione geografica

Le piccole e medie imprese possono così incrementare le loro possibilità di visibilità per una determinata area geografica e possono aumentare la possibilità di essere rintracciate per:

  • punti vendita
  • negozi
  • sedi operative

Innanzitutto, devi tenere conto che i risultati delle query di ricerca - specialmente per le ricerche che hanno un aggancio sul territorio - sono influenzati dalla posizione da cui le richieste vengono digitate: gli utenti possono quindi produrre ricerche espressamente relative a un luogo (“idraulico + Milano”), oppure, più semplicemente, impiegare l’espressione “vicino a me” per ottenere risultati geolocalizzati direttamente dal dispositivo mobile con cui si effettua la ricerca.

Ciò significa che bisogna provvedere a generare una serie di segnali in grado di attestare a Google che il nostro sito è rilevante per specifiche richieste di servizi legate al territorio.

1) Ottimizzare il sito web per le ricerche locali

Per incrementare le possibilità che i tuoi contenuti rispondano alle ricerche geografiche hai bisogno di insistere su quegli aspetti che comunicano rilevanza rispetto alle ricerche locali:

  • Prominenza: l’attinenza della tua attività rispetto alla ricerca in oggetto
  • Rilevanza: la compatibilità della tua scheda local rispetto alle ricerche
  • Localizzazione: la distanza dalla sede del business da chi digita la ricerca

Il primo modo per importanza per intercettare risorse locali consiste nell’inserire informazioni di delimitazione geografica (nome attività, indirizzo, numero di telefono) in ogni pagina web del tuo progetto riferita alle attività del luogo.

Attraverso l’apposito linguaggio di markup di Schema.org puoi inserire dati strutturali nel codice del tuo sito web per comunicare in maniera intuitiva la posizione della tua attività.

Naturalmente il tuo portale dovrà essere ottimizzato per le visite da tablet e smartphone tenendo conto ovviamente sia della necessità di poter visionare i contenuti senza ricorrere a spiacevoli scroll che a trovare informazioni rilevanti per visitatori mobile in prima vista.

Ad esempio, qualcuno che naviga da mobile la query “ristoranti vicino a me” vorrà essere reindirizzato a una pagina che offra numero di telefono, indirizzo e possibili recensioni implementate, per decidere prontamente se recarsi o meno lì a mangiare.

2) Creare contenuti per il proprio blog riferiti al territorio

Il blog è un formidabile canale in pieno possesso della direzione commerciale per comunicare valore e autorevolezza al proprio target: realizzare articoli attinenti sia al proprio business che al territorio nel quale è esercitato è un’ottima strategia per attestare la propria autorevolezza in un campo e fornire informazioni utili per coloro che vogliono usufruire di un certo servizio in una specifica località.

Ad esempio, se gestisci un’attività turistica, può esserti utile realizzare un’informativa per ogni evento di interesse nel tuo paese (sagre, eventi culturali, concerti, orari di apertura degli edifici di attrattività turistica) per informare i navigatori di cosa è possibile fare durante le vacanze nel tuo territorio e metterli al corrente di offerte speciali per soggiornare presso di te.

3) Sfruttare appieno le informazioni di Google My Business

Google mette a disposizione un servizio unico e completo per gestire la propria presenza locale. Curando ogni dettaglio come indirizzo e indicazione su Google Maps.

Attraverso Google My Business puoi fornire delle informazioni utili per stimolare il contatto come:

  • orari di apertura e chiusura
  • eventuale giorno di chiusura (per evitare di perdere lead a causa di chiamate in momenti non validi)
  • le recensioni dei clienti: queste si rivelano molto utili per stimolare il contatto dei navigatori, e il tuo compito sarà quello di invitare i tuoi clienti (anche offline) a lasciare segni di apprezzamento del tuo operato
  • foto e video per colpire i visitatori con l’aspetto visivo delle proprie attività

4) Incrementare i segnali off page di autorevolezza

Per guadagnare credibilità e autorevolezza per le ricerche locali è fondamentale aumentare i segnali esterni che attestino la validità del tuo marchio in rapporto al business geografico che ti interessa.

Alcuni strumenti a tua disposizione sono:

  • le recensioni sulla tua pagina di Google My Business
  • recensioni sulle directory locali (se ve ne sono di attendibili e curate per il tuo argomento) oppure presso altri canali autorevoli come Tripadvisor
  • link da siti locali (es. quello dei clienti oppure dei partner) per incrementare i segnali di autorevolezza da parte di altri contenuti attendibili

5) Diffondere il tuo marchio con strumenti offline

Non tutto il business si limita al web! Quante occasioni ”dal vivo” esistono per far conoscere la tua attività e incrementare la tua percezione come fornitore autorevole in un determinato contesto geografico?

  • Passaparola: nei territori nei quali il contatto con colleghi e clienti è vivo e autentico, non bisogna trascurare di chiedere direttamente ai propri contatti di spargere la voce presso i propri conoscenti, magari ricordando particolari attrattive (condizioni vantaggiose, vicinanze a mezzi di spostamento) che possono incentivare gli indecisi a fare acquisti presso di noi. Più persone vanno a cercare informazioni in rete del tuo business, più benefici di posizionamento potrai poi ottenere.
  • Diffondere biglietti da visita con nome, indirizzo, riferimenti web e social e numero di telefono
  • Distribuire volantini presso gli esercenti della zona per portare i loro utenti a conoscenza della tua attività e di una convincente call to action. Ad esempio, se gestisci un agriturismo con attività ricreative, potresti lasciare dei promemoria nei bar della zona per informare i turisti di passaggio
  • Proporre sconti presso le sedi fisiche per coloro che passano per l’iscrizione in un form del sito web
  • Partecipare a showroom e manifestazioni locali con stand o supportando le iniziative per sottolineare il proprio aggancio al territorio

E tu, che cosa ne pensi di queste idee per intercettare le ricerche locali

Gianluigi Canducci

Gianluigi Canducci

Sono un grafico pubblicitario e web designer freelance con oltre 10 anni di esperienza, vivo a Cervia ma lavoro anche a Rimini, Forlì e Cesena, Riccione, Cesenatico, Milano Marittima, Ravenna e più in generale su tutto il territorio nazionale. Sono specializzato nella comunicazione per immagini e nello sviluppo per il web e unisco queste mie passioni per creare campagne promozionali in rete dalla grafica condivisa e accattivante. Realizzo e gestisco siti aziendali, e-commerce e blog, curo progetti grafici elaborati come loghi, bigliettini da visita, brochure, volantini e newsletter per aziende e professionisti locali.

Anche se sono un freelance amo lo stesso lavorare in team! Nel corso degli anni ho messo insieme una squadra di professionisti specializzati con cui collaboro per offrire ai miei clienti un servizio ancora più ricco, completo e vantaggioso. Hai bisogno di una consulenza? Sono qui per aiutarti, scrivimi per ricevere un preventivo senza impegno!

L'articolo "5 modi per intercettare le ricerche locali" è stato letto 527 volte

Totale commenti: 0

Non ci sono ancora dei commenti. Commenta l'articolo per primo!

Lascia qui i tuoi commenti

Allegati (0 / 3)
Share Your Location