realizzazione siti web cervia rimini forlì cesena rimini e ravenna

realizzazione siti web cervia rimini forlì cesena rimini e ravenna

google-assistant-seo-ricerche-vocali
Venerdì, 01 Dicembre 2017

Google Assistant, gli sviluppi per la SEO e le ricerche vocali

L'articolo è stato letto 452 volte

Ben ritrovati sul mio blog!

Sono Gianluigi Canducci, realizzo siti web a Forlì Cesena e su tutto il territorio italiano. Inoltre mi occupo di Social Media Marketing, Copywriting, ovvero la redazione di testi e articoli ottimizzati SEO per favorire il posizionamento dei siti web sui motori di ricerca.

Il marketing digitale sta vivendo una continua evoluzione, frutto anche del cambiamento delle abitudini e dei meccanismi a supporto dei processi di ricerca di informazioni.

I professionisti del marketing hanno tutto l'interesse a tenere d'occhio le evoluzioni della ricerca vocale, comprendere come le persone ricercano le risposte alle proprie esigenze con i dispositivi mobile che si dimostrano diffusi in ogni dove: per far capire l'entità dei cambiamenti in atto, ricordiamo che nel 2013 l'85%.degli utilizzatori di IOS dichiarava di non avvalersi di Siri, mentre ora quest'ultimo e Google sono leader dei rispettivi ambiti.

Google Assistant: il nuovo assistente digitale per le ricerche vocali

Google Assistant è il nuovo assistente vocale disponibile sui dispositivi Android supportati (in italiano, è accessibile solamente per gli smartphone): per utilizzarlo, occorre tenere premuto il pulsante Home per richiamare la voce dell'assistente Google, che sarà disponibile a rispondere alle nostre richieste.

Questa implementazione è molto apprezzata da coloro che vogliono velocizzare le operazioni facilmente eseguibili (cercare la farmacia più vicina, far partire una canzone, attivare una app...): in particolare, l'assistente digitale è molto pratico per rispondere a richieste di informazioni e per ricercare servizi locali.

Grazie a Google Assistant si possono individuare esercizi locali nelle nostre vicinanze, richiedere informazioni sui viaggi, tradurre testi, chiamare contatti già in memoria e attivare app: le funzioni pertanto sono variegate e attivabili semplicemente con la voce, risparmiandoci la classica ricerca con le dita.

Vantaggi della ricerca vocale:

  • aiuta a compiere attività come prenotazione di biglietti ed effettuare acquisti
  • permette di ottenere più facilmente risposte a richieste dirette
  • non richiede l'impiego delle mani e permette di svolgere più azioni insieme
  • è compatibile con diversi prodotti e soluzioni (es. servizi locali e online)
  • offre la possibilità di eseguire ricerche personalizzate e interattive
  • viene incontro alle esigenze informative degli utilizzatori dei dispositivi mobile
  • permette di indirizzare l'utilizzo delle long tail keyword alla risposta di precise esigenze informative

L'evoluzione della SEO con la ricerca vocale

La ricerca vocale, grazie al boom dei dispositivi mobili, introduce scenari estremamente interessanti sia dal punto di vista della promozione che della comprensione degli intenti di ricerca: si stima che da qui al 2020 avremo 25 miliardi di dispositivi connessi a internet e, se la gran parte di essi verrà impiegata per veicolari ricerche vocali avremo una vera e propria rivoluzione che ribalterà le fondamenta della ricerca e dell'impiego delle keywords.

Le richieste di informazioni in forma vocale infatti, essendo derivate dal modo comune con il quale ci esprimiamo, sono presumibilmente più lunghe di quelle tradizionali alle quali siamo abituati, formate da tre o quattro parole: tuttavia si tratta di un campo ancora pienamente da esplorare, e non sappiamo per certo quanto Google riesca effettivamente a comprendere il contenuto delle ricerche espresse come espressioni tratte dalla vita di tutti i giorni.

Mentre, con le formule del tipo “idraulico rimini” si può fare riferimento a elementi oggettivi e facilmente interpretabili (i Title, le Description, le recensioni sulle pagine locali sono alcuni degli elementi che Google può impiegare per desumere l'attinenza dell'argomento e la qualità della risposta valutata) per definire l'attinenza del risultato alla query, le ricerche espresse in forma quotidiana richiedono una sostanziale comprensione del messaggio veicolato, non tanto immediata e codificabile tramite i metadati.

Su Google avvengono circa 3,5 miliardi di ricerche giornaliere, tuttavia la visibilità ai contenuti che tale considerevole mole di interesse comporta è limitata dal fatto che il 75% degli utenti non va oltre la prima pagina dei motori di ricerca.

Ottimizzare la user experience e migliorare la comprensibilità dei contenuti da parte dei motori di ricerca si renderà ancora più fondamentale per far apparire i nostri siti tra le prime posizioni: ragionevolmente, coloro che ricorrono alla ricerca vocale vogliono ottenere una risposta pertinente e immediata, perciò ottenere visite per i risultati in seconda pagina sarà ancora più arduo.

Passiamo quindi da formule - se vogliamo statiche, come quelle espresse dalle long tail keyword - a espressioni sempre più dinamiche poiché frutto delle conoscenze e delle peculiariarità di ogni utilizzatore: ciò implica una montagna di dati a disposizione del motore di ricerca da associare ai documenti da restituire nelle serp, e che produrranno progressivi variazioni nelle serp man mano che si raffinerà la comprensione da parte dell'algoritmo delle query vocali.

La ricerca vocale è una metodologia che si presta bene alla richieste di informazioni che presuppongono una risposta diretta e facilmente esprimibile: per le domande complesse, tuttavia, si richiede ancora una certa esplorazione delle serp, e per queste necessità realizzare contenuti approfonditi sarà ragionevolmente ancora necessario.

A questo punto, potremmo chiederci: è possibile che, in un futuro non tanto distante, Google passi dalla funzione di fornire informazioni direttamente alla funzione di fornire risposte (come stiamo già vedendo con i box in primo piano che rispondono a domande precise)?

E in questo caso, la SEO che cosa potrebbe diventare?

Ragionevolmente, l'ottimizzazione per i motori di ricerca – oppure per gli utenti, potremmo dire – diventerà fondamentale per rendere i contenuti idonei ad apparire come le risposte principali – un po' come avviene oggi con i featured snippet - e i contenuti promozionali dovranno essere sempre più amalgamanti con le risposte effettive per non apparire come forme spiacevoli di interruption marketing.

Gli utenti, probabilmente, impareranno a formulare richieste sempre più precise a frutto della propria tendenza a esprimersi naturalmente, e in esse la presenza di parole chiave nei risultati sarà solamente uno dei tanti fattori su cui lavorare per aumentare la pertinenza dei risultati offerte alle formule digitate.

Nel frattempo, l'impiego dell’intelligenza artificiale – come abbiamo visto con RankBrain – ricoprirà un ruolo sempre più rilevante nella comprensione delle formule di ricerca, poiché Google stessa specifica che il 15% delle ricerche non è mai stato effettuato prima e la varietà dei modi con cui si può esprimere uno stesso tipo di ricerca è davvero, e tuttora, una sfida interessante!

E tu, che cosa ne pensi? Credi che la ricerca vocale e l'implementazione di Google Assistant modificherà nel breve periodo il modo con il quale svolgi le attività SEO?

Commenta questo articolo per raccontarmi la tua opinione!

Gianluigi Canducci

Gianluigi Canducci

Sono un grafico pubblicitario e web designer freelance con oltre 10 anni di esperienza, vivo a Cervia ma lavoro anche a Rimini, Forlì e Cesena, Riccione, Cesenatico, Milano Marittima, Ravenna e più in generale su tutto il territorio nazionale. Sono specializzato nella comunicazione per immagini e nello sviluppo per il web e unisco queste mie passioni per creare campagne promozionali in rete dalla grafica condivisa e accattivante. Realizzo e gestisco siti aziendali, e-commerce e blog, curo progetti grafici elaborati come loghi, bigliettini da visita, brochure, volantini e newsletter per aziende e professionisti locali.

Anche se sono un freelance amo lo stesso lavorare in team! Nel corso degli anni ho messo insieme una squadra di professionisti specializzati con cui collaboro per offrire ai miei clienti un servizio ancora più ricco, completo e vantaggioso. Hai bisogno di una consulenza? Sono qui per aiutarti, scrivimi per ricevere un preventivo senza impegno!

L'articolo "Google Assistant, gli sviluppi per la SEO e le ricerche vocali" è stato letto 452 volte

Totale commenti: (0)

Non ci sono ancora dei commenti. Commenta l'articolo per primo!

Lascia qui i tuoi commenti

Posting comment as a guest.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Hai un sito e vuoi più visibilità su Google?
Parliamone! Lasciami il tuo numero e ti richiamerò senza impegno.

Inserisci qui il tuo numero di telefono
Campo obbligatorio

Devi darmi l'autorizzazione a chiamarti