fbpx
tre-domande-seo
Sabato, 14 Marzo 2020

3 buone domande da farsi sulla SEO

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'articolo è stato letto 488 volte

Ben ritrovati sul mio blog

Un sito web è uno strumento formidabile per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing e di promozione in rete.

Questo però a patto di mettere a punto una strategia e pianificare attività di marketing di routine che tengano in considerazione le caratteristiche del settore, le esigenze e preferenze del pubblico e che siano in grado di valorizzare i propri punti di forza.

Un sito web realizzato senza un’adeguata pianificazione a monte rischia di ridursi ad una vetrina sterile e autocelebrativa, per niente utile a portare a compimento gli obiettivi aziendali.

Per non correre questo rischio possiamo porci una serie di domande che ci aiutano a mettere a punto una strategia più efficace per convertire i visitatori in potenziali clienti grazie al sito web.

Cosa devo chiedermi prima di realizzare un articolo del mio blog?

Scrivere un articolo senza porsi delle domande sul suo scopo, sul pubblico al quale è rivolto e sulle finalità che si vogliono raggiungere, rischia di tradursi soltanto in una perdita di tempo.

Prima di mettersi davanti alla tastiera faremmo bene a rispondere ad una serie di punti in grado di indirizzarci in maniera mirata:

  • Cosa voglio ottenere col mio articolo? 
    Voglio dimostrare la mia competenza? Chiarire come i miei prodotti sono in grado di migliorare la vita dei miei clienti?
  • Quali sono le necessità del mio pubblico?
    Ho preparato un modello di lettore tipico per definire quali sono le necessità che manifesta, i suoi gusti e le sue preferenze?
  • In che modo posso migliorare la vita del mio target con il mio contenuto?
    Voglio trattare un argomento che altri non discutono? Sono in grado di offrire un’esperienza unica e di valore?
  • Come posso distinguermi dalla concorrenza?
    Quali sono le mie competenze, conoscenze o qualità che mi permettono di trattare un argomento in maniera più originale, esaustiva o apprezzabile di quanto non facciano altri?

Rispondere a queste domande costituisce già di per sé un ottimo inizio per indirizzare i propri sforzi verso obiettivi costruttivi per il proprio sito e per il proprio brand.

SEMrush

Perché le persone dovrebbero parlare del mio sito web?

Una visione della SEO tradizionale si concentra sul migliorare le performance del sito e sul coltivare segnali di autorevolezza, come i link da siti importanti per migliorare il posizionamento.

Oggi però la SEO è a tutti gli effetti una disciplina a stretto contatto con l’identità del brand, e come tale deve operare per portare alla luce i valori e i punti di forza in grado di ottenere traffico e di facilitare le conversioni.

La SEO è in grado di rendere i contenuti dei siti web più facilmente comprensibili dai motori di ricerca e di rendere le interazioni delle persone con i siti più intuitive e piacevoli, ma non è da sola capace di rendere un portale importante per le persone.

Per questa ragione dobbiamo lavorare su tutti quei fattori connessi all’identità aziendale che già da soli sono in grado di attrarre visite come:

  • contenuti di qualità ben superiore alla media della concorrenza
  • contenuti rivolti ad una nicchia particolare attinente al nostro business che non trovano equivalenti altrove
  • una presenza sui social media (Facebook, Instagram, LinkedIn…) in grado di stimolare le interazioni con il proprio pubblico
  • partecipazioni con altri soggetti del settore attraverso materiali come casi studio, collaborazioni, guest post ecc.

Dall’analisi del nostro pubblico possiamo individuare quali sono i canali che frequentano maggiormente e decidere il formato più in grado di incontrare il loro gradimento (podcast, video, articoli testuali ecc.).

Un buon sito viene in genere misurato attraverso metriche di autorevolezza fornite da tools come Semrush o Seozoom. Queste rappresentano l’importanza del sito in base al numero e alla qualità dei link in entrata o delle parole chiave per le quali si è posizionati e danno un’idea ragionevole dei benefici in ottica SEO che siano in grado di offrire.

SEOZoom

Ci sono però anche delle considerazioni a livello di notorietà del brand e di vicinanza con il pubblico che dobbiamo svolgere, per comprendere quanto un sito possa essere vantaggioso per la link building applicata al nostro contesto.

Possiamo valutare quindi se i portali in questione:

  • hanno alla loro base una redazione riconosciuta che garantisce un afflusso di contenuti regolari di buona qualità
  • mantengono contatti costanti con il proprio pubblico attraverso i social network e condividono gli articoli pubblicati
  • rispondono frequentemente ai commenti lasciati dagli utenti, per incoraggiare le interazioni

Queste sono alcune delle considerazioni che puoi svolgere per ottimizzare i tuoi sforzi in fatto di promozione del tuo sito e della realizzazione dei contenuti.

E tu che cosa ne pensi?

Gianluigi Canducci

Mi chiamo Gianluigi Canducci, sono un esperto in web marketing, web designer, consulente e social media manager con sede a Cervia tra le province di RiminiRavenna e Forlì Cesena. Ho oltre 10 anni di esperienza nel campo e assieme ai miei collaboratori mi occupo della gestione di account Instagram e gestione pagine Facebook e della loro sponsorizzazione con annunci pubblicitari social ads mirati, di realizzazione di App personalizzate e di indicizzazione di siti web su Google. Sono a disposizione di piccole e medie imprese, freelance e brand personali in cerca di una figura con esperienza e dedizione.

Ultima modifica: Mercoledì 03 Giugno 2020