fbpx
cosa-e-la-link-building-e-come-aiuta-la-seo
Venerdì, 04 Marzo 2022

Cosa è la link building e come aiuta la SEO

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'articolo è stato letto 4475 volte

Ben ritrovati sul mio blog.

La settimana scorsa mi ha chiamato un cliente di Rimini e abbiamo parlato di link building perché ha ricevuto un preventivo (che pensa di accettare?) di una società mia concorrente che per 30 link più stesura articoli gli ha chiesto 100€ in totale.

Potrei oggettivamente finire qui il mio articolo perché nelle poche righe che avete appena letto, soprattutto se siete colleghi, si ha uno spaccato, drammatico, di ciò che in Italia è l’idea che si ha della link building e non solo.

Dico non solo perché SEO e link building sono da poco entrati nell’immaginario comune, ma il mood del cugino o dell’amico che realizza siti web e ecommerce gratis o al massimo a 200 euro si perde ormai nella notte dei tempi.

Nel caso specifico del mio cliente fortunatamente le cose sono andate un po’ diversamente, o almeno spero (ecco il perché del punto interrogativo che ho messo sopra).

Quando lavoro ad un progetto lo faccio sempre senza risparmiarmi e chi mi conosce sa l’impegno e la dedizione che metto nel lavoro così come in famiglia.

Questo perché voglio sempre vivere nel miglior modo possibile cercando di dare il mio contributo. Ed anche in questo caso spero di essere stato chiaro sul pericolo di comprare 30 link più scrittura articoli a 100 euro in totale.

La prendo un po’ larga, perché prima spiego, per coloro che non lo sanno cosa è la link building e come aiuta la SEO, ma se già conoscete l’argomento potete andare direttamente al punto dove spiego il pericolo di fare link building da soli o affidandosi a chi… lo scoprirete solo leggendo!

La link building off site è quel processo volto a far sì che altri siti web si colleghino al tuo, ed è molto importante per la tua strategia SEO generale. 

Per iniziare con una strategia di link building, è necessario creare contenuti di valore relativi al tuo business, ai tuoi prodotti e servizi, questo perché quando qualcuno si collega ai tuoi contenuti di valore, guadagni un backlink o un link da un altro sito al tuo.

La link building espone il tuo brand a un pubblico molto più vasto e costruisce l'autorità di dominio del tuo sito, che può aumentare le tue prestazioni nei risultati di ricerca.

Ci sono molti benefici nel fare link building.  Come ho detto prima, la link building porta il tuo contenuto e il tuo brand di fronte a un pubblico più vasto. Aiuta anche ad aumentare la tua strategia SEO, che ti spiegherò più avanti, ma per ora ti faccio un esempio.

Diciamo che gestisci un'azienda tecnologica, e scrivi un post sul tuo sito web sul nuovo software che offri. Attraverso tecniche di link-building un popolare sito di notizie del settore si collega al tuo post sul proprio sito web. Come a dire… un sito web si collega a un altro sito web.

Ora, le persone che leggono e si fidano di questo sito di notizie vedono il link al tuo sito web. Se ci cliccano sopra, hanno l'opportunità di saperne di più sul tuo brand ma la cosa più importante è che le persone che cliccano su quel link segnalano ai motori di ricerca che il tuo sito ha un ottimo contenuto, e questo può aiutare a spingerlo in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, o SERP.

Potresti anche guadagnare nuovi contatti e vendite grazie all'aumento del traffico. 

Molto probabilmente ti starai chiedendo, cos'è la link building nella SEO e come aiuta la mia strategia?

La link building è fondamentale per la tua strategia SEO, il che ci porta alla prossima sezione.

La link building per la SEO è una componente cruciale della tua strategia di digital marketing. I backlink dicono ai motori di ricerca che la gente si fida del tuo sito.

I backlink agiscono come voti di fiducia facendo capire ai motori di ricerca che il tuo sito è utile e che merita il primo posto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

La pertinenza del tuo contenuto è un fattore determinante di come il tuo contenuto apparirà nelle SERP, ma anche guadagnare backlink da siti rispettabili aiuterà il tuo sito ad apparire più in alto. 

Forse non conosciamo tutti i fattori di ranking che Google utilizza nel suo algoritmo, ma sappiamo che i link sono in cima.  Ma non tutti i link sono uguali. È qui che entra in gioco la link equity.

La link equity, che alcuni amano chiamare "link juice", si riferisce al valore che viene trasmesso da un sito quando si collega al tuo.  Siti diversi hanno valori diversi a causa di questa cosa chiamata autorità di dominio. 

La domain authority o autorità del dominio ti dà un'idea di quanto il tuo sito sia affidabile per i motori di ricerca. È un valore numerico da 1 a 100, quindi più alto è il numero, più il tuo sito è affidabile.  Anche se non è necessariamente usato dai motori di ricerca per determinare la posizione del tuo sito nelle SERP, l'autorità del dominio può aiutarti a capire quali siti trasmetteranno più link equity dai backlink. 

Puoi misurare la tua autorità di dominio con gli strumenti di Moz, o il tuo domain rating con gli strumenti di Ahrefs.

Ti darò un esempio di come funzionano queste metriche. Hai certamente sentito parlare dei grandi siti di notizie come il New York Times, il Wall Street Journal e l'Associated Press. Questi siti hanno passato anni a costruire la fiducia dei consumatori e a guadagnare molti link ai loro articoli.

Penso che sia giusto dire che sono leader del settore. Se il New York Times si collega al tuo sito, trasmetterà molta più link equity di un link da un blog personale perché ha un'autorità di dominio più alta. Questo non vuol dire che i link dai siti più piccoli non vadano bene, anzi, fosse solo perché il tuo pubblico potrebbe frequentare blog più piccoli e di nicchia.

Ma basta ricordare che siti diversi hanno valori diversi per i motori di ricerca quando si sta creando la strategia di linkbuilding. Ricapitoliamo. Quindi, i link ad alta equità possono aiutare ad aumentare il ranking del tuo sito web, ma anche quelli da siti minori sono altrettanto importanti.

Questo può metterti al di sopra della concorrenza nei motori di ricerca, ottenendo un traffico prezioso che può trasformarsi in lead e ricavi effettivi per il tuo business. 

Ok, quindi ora che ho spiegato velocemente le basi della link building, come si costruiscono i link per la SEO?

Eccomi a spiegare perché 100 euro per 30 link sono pericolosi per la link building (e se poi ci aggiungi anche la stesura dei 30 articoli è ancora peggio).

Non ho le prove, almeno per ora, ma vado di ragionamento, e chissà se al posto di realizzare siti web ed ecommerce non era meglio se mi fossi dedicato alla chiaroveggenza.

Se il mio cliente comprerà i link sarà mia premura aggiornare questo articolo in fondo, ma spero vivamente che, dopo la nostra call non lo faccia.

Premetto che il cliente è una persona molto attenta e un ottimo ascoltatore, ma capisco bene che se non si è del mestiere, spesso sia facile cadere nelle mani di coloro che si presentano per quello che non sono.

Vi posso dire, senza nemmeno mettermi il turbante in testa, che la prima cosa che farò sarà quella di capire da dove provengano i link e qui i tool online aiutano a fare un backlink checker gratis e veloce e che mi porta via solo qualche secondo.

A questo punto, una volta conosciuti i domini, controllerò gli IP e vedrò se fanno parte di una PBN acronimo inglese di Private Blog Network (rete privata di blog) riconducibile ad un unico proprietario oppure no.

Già nel 2017 l'editorialista Kevin Rowe spiegava cosa fossero le reti di blog private (PBN), come identificarle e perché bisognava starne alla larga (per leggere l’articolo clicca qui).

Poi analizzerò i singoli siti, uno ad uno, e vedrò, se sono stati droppati (ossia domini web scaduti e acquistati da un altro titolare, che hanno un profilo back link già attivo) o sono stai creati ex novo e se sono italiani o stranieri e se hanno attinenza con quello del mio cliente e se, infine, hanno a loro volta un profilo backlink, e se sì come è fatto.

Infine i testi: è molto difficile che una persona possa scrivere 30 articoli a 1 euro l’uno che siano unici ed originali e che abbiamo un alto approfondimento e quindi mi viene il sospetto (a pensar male spesso ci si azzecca!) che gli articoli siano stati fatti con testi auto generati spinnati (ossia prendere un testo già online e utilizzare tool che lo riscrivano cambiando qualche parola).

Ecco se così fosse in toto o solo in parte, non solo si sono buttati via 100 euro, ma molto probabilmente si avranno anche delle penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

È possibile rimediare ad una penalizzazione di Google? Sì lo è, quasi sempre, ma è un intervento a lungo termine che costa molto di più che 100 euro.

Vuoi aiutare il posizionamento del tuo sito web grazie alla Link Building? Ovviamente parlo di Link Building con alla base una strategia e uno studio. Contattami senza impegno!

Ora che hai capito che il rischio è alto nel comprare link, qualunque essi siano, se non accompagnati da una strategia di link building corretta cercherò di spiegare come creare una strategia di link building di successo.

1. Creare contenuti che aggiungono valore al tuo sito e ai siti correlati

Come dicevo ad inizio articolo, ancor prima di iniziare a costruire link, hai bisogno di contenuti che motivino le persone a linkarti.  Se sei un'azienda tecnologica, non fermarti a una rapida spiegazione di 100 parole del tuo nuovo prodotto. Condividi un post approfondito che spieghi in dettaglio cosa può fare, fai un video che spieghi le sue caratteristiche, aggiungi delle foto e aumenta l'entusiasmo. Il tuo contenuto dovrebbe far sì che le persone siano entusiaste quanto te di ciò che offri. Un contenuto unico e di valore aumenta la probabilità che le persone si colleghino naturalmente al tuo sito, senza che tu debba chiederlo.

La ricerca dei concorrenti come tecnica di link building è duplice. In primo luogo, puoi dare un'occhiata agli argomenti su cui i concorrenti scrivono online. Poi, vedere se è possibile identificare eventuali lacune o aree di miglioramento. Un'azienda tecnologica concorrente ha scritto sullo sviluppo IT, ma ha tralasciato importanti dettagli su come funziona? Cogli questa opportunità e sfruttala. Scrivi un nuovo pezzo approfondito su questo nuovo sviluppo e spiega come funziona.

Includi un video e delle foto per aggiungere contesto e far risaltare il tuo pezzo online. Creare un contenuto completo ti posizionerà come un leader del settore e ti aiuterà ad acquisire link naturali al tuo sito web e blog.  

In seguito, dovrai guardare chi si collega ai contenuti dei concorrenti. Ahrefs offre uno strumento gratuito di backlink che ti permette di monitorare i backlink dei tuoi concorrenti.

Una ricerca su Google può rivelare siti nel tuo settore o nella tua nicchia che possono linkare il tuo sito.  Per esempio, una rapida ricerca su Google per "blog di tecnologia" restituisce una lista di blog in quella nicchia. Considera di fare una lista di siti e blog rilevanti che vorresti collegare al tuo sito. È anche possibile rintracciare articoli specifici per l'outreach. Non scoraggiarti se i grandi siti non ti linkano subito.

Man mano che la tua strategia di link-building acquista slancio, attirerai link da una varietà di siti rispettabili nella tua nicchia.

4. Promuovi il tuo contenuto

Una componente critica della tua strategia di link-building è la promozione dei contenuti o outreach. Senza la promozione dei contenuti, puoi guadagnare qualche link naturale, ma l'outreach è il tuo biglietto da visita per il successo nella link building. 

Dopo aver compilato una lista di siti che vuoi che ti linkino, raggiungi blog rilevanti, influencer, giornalisti o altri professionisti del settore. Assicurati di spiegare perché il tuo contenuto è prezioso per i loro lettori, e invitali a condividere e linkare il tuo sito web.  

Non devi fermarti qui: condividi i tuoi contenuti con il tuo pubblico. Usa i canali che hai già a disposizione per portare le tue pagine di fronte a potenziali linker.

Usi i social media? Condividi i post del tuo blog pubblicati di recente con i tuoi seguaci. 

Hai una newsletter via e-mail? Invia nuovi contenuti, insieme ai tuoi aggiornamenti aziendali. Più persone vedono i tuoi contenuti, più è probabile che leggano, condividano e linkino le tue pagine. 

Mai, mai e poi mai ... ma anche per 200€! A meno che tu non voglia che il tuo sito venga rimosso dai risultati di ricerca di Google. Può sembrare un modo economico e veloce per costruire link, tuttavia, questi link saranno sempre di qualità estremamente bassa. Quindi, può effettivamente danneggiare il tuo ranking perché viola le linee guida per i webmaster di Google.

Se compri dei link per il tuo sito web a stock, Google potrebbe penalizzare il tuo sito, facendolo scendere nelle SERP o rimuovendolo del tutto, e questo sicuramente non porterà lead o vendite per il tuo business.  Soprattutto considerando che oltre la metà del traffico web è il risultato di ricerche organiche.

Se vuoi approfondire l’argomento sulla link building di consiglio di leggere:

Gianluigi Canducci

Mi chiamo Gianluigi Canducci, sono un esperto in web marketing, web designer, consulente e social media manager con sede a Cervia tra le province di RiminiRavenna e Forlì Cesena. Ho oltre 10 anni di esperienza nel campo e assieme ai miei collaboratori mi occupo della gestione di account Instagram e gestione pagine Facebook e della loro sponsorizzazione con annunci pubblicitari social ads mirati, di realizzazione di App personalizzate e di indicizzazione di siti web su Google. Sono a disposizione di piccole e medie imprese, freelance e brand personali in cerca di una figura con esperienza e dedizione.

Ultima modifica: Venerdì 04 Marzo 2022
Recensioni
Vuoi sapere cosa pensano di me i miei clienti?